Tatuaggio elettronico: la nuova evoluzione medico-scientifica


Si chiamano tatuaggi elettronici, ma non sono tatuaggi nel vero senso del termine. Un tatuaggio si imprime sulla pelle grazie all’uso di un ago specifico che fa penetrare l’inchiostro al di sotto dello strato superficiale della nostra pelle per creare un soggetto che resterà impresso per sempre ( o almeno così dovrebbe essere).

Questa innovazione di tatuaggio riguarda l’ambito medico e la proposta è stata presentata dalla rivista scientifica ACS Nano. Al pari dei tatuaggi temporanei sono molto facili da applicare. Consistono in un disegno che si applica con un po’ d’acqua. Il tatuaggio elettronico resta quasi invisibile sulla pelle, ma meno invisibile è la sua funzionalità.

Si tratta di un tatuaggio al grafene dotato di qualità particolari che permettono di tenere sotto controllo la nostra salute. Il tatuaggio elettronico, infatti, presenta dei sensori che sono in grado di controllare alcuni parametri fondamentali per la nostra salute. I sensori controllano la pressione sanguigna, l’attività cerebrale, il battito cardiaco, la temperatura corporea, l’attività muscolare, la saturazione e così via.

Esso rappresenta uno strumento molto importante perchè si va a sostituire a vari apparecchi medici che si utilizzano per tenere sotto controllo alcune funzioni vitali. I sensori al grafene saranno l’evoluzione in campo scientifico? Se così fosse, si potrebbe benissimo pensare ad un tattoo temporaneo che li contenga, senza rinunciare alla bellezza del tatuaggio in sé.

Se ti è piaciuto il nostro articolo non dimenticare di mettere un like alla nostra pagina facebook

Potrebbero interessarti anche...