Come si cura un tatuaggio infetto


Il tatuaggio appena fatto è infetto? Non andare nel panico perchè ci sono dei rimedi anche abbastanza semplici per la cura di un tatuaggio che ha generato un’infezione.

Quando ci si decide di farsi fare un tatuaggio, non sempre le reazioni del corpo sono uguali per tutti. Il tatuaggio rappresenta comunque un’iniezione di un corpo estraneo, ossia l’inchiostro, che il nostro sistema immunitario va a combattere proprio come se fosse un nemico. Allo stesso modo la ferita causata comunque dall’esecuzione del tatuaggio stesso provoca nel nostro corpo una risposta da parte del sistema immunitario che passa subito alla difesa della pelle e si avvia proprio il processo di cicatrizzazione.

Per capire se un tatuaggio è infetto dovete rivolgervi ad un esperto. Il parere medico è fondamentale anche per la prescrizioni di pomate o antibiotici da assumere per combattere l’infezione.

Le infezioni che si possono sviluppare quando non si cura bene un tatuaggio o quando il nostro corpo risponde con una reazione allergica all’inchiostro, possono essere di diverso tipo. Quelle lievi si curano in poco tempo. Il medico di solito va a prescrivere una pomata antibatterica da massaggiare direttamente sulla zona dove avete fatto il tatuaggio e poi gli antibiotici vanno assunti per via orale o al massimo tramite iniezioni.

Se ti è piaciuto il nostro articolo non dimenticare di mettere un like alla nostra pagina facebook

Potrebbero interessarti anche...