Perchè il mio tatuaggio è sbiadito?


Il tatuaggio è indubbiamente un segno indelebile che possiamo avere per sempre sulla nostra pelle, ma non è immune dal trascorrere del tempo. Trovate il vostro tatuaggio un po’ sbiadito? I colori non sono accesi? Ecco una breve spiegazione del perché e qualche consiglio sui rimedi. 

Prima di passare a quei tatuaggi fatti già da un po’ di tempo, vediamo brevemente il perché un tatuaggio appena fatto può sembrare un po’ sbiadito. Se avete fatto da poco un tatuaggio nero o colorato che sia, i primi giorni non vedrete mai un risultato brillante.

Nei primi giorni la pelle si sta cicatrizzando e come risposta immunitaria della pelle l’inchiostro in eccesso viene spurgato e le crosticine rendono il tatuaggio anche più opaco. Inoltre, uno strato di cellule morte ricopre la ferita e quindi ecco spiegato il perché di questo risultato un po’ scolorito e anche dai contorni non ben definiti. La soluzione è quella di idratare la pelle massaggiando la zona con della crema. 

Se sono trascorsi un po’ di anni da quando avete fatto il tatuaggio, lo scolorimento è normale. I colori artificiali sono comunque destinati a sbiadire con il tempo. Parliamo comunque della pelle, organo sottoposto sempre a rigenerazione cellulare. Sole, acqua salata, cloro, uso di detergenti aggressivi, profumi, sono tutti fattori che tolgono lucentezza e brillantezza al vostro tattoo. Per rimediare occorre pensarci giorno dopo giorno con una cura costante. Aumenterete la vita dei  colori del vostro tatuaggio e quando sarà comunque trascorso un bel periodo di tempo, potrete farvelo ripassare. 

 

Se ti è piaciuto il nostro articolo non dimenticare di mettere un like alla nostra pagina facebook

Potrebbero interessarti anche...