Minori di 16 anni e tatuaggi, è divieto o meno?


Siamo a marzo 2017 quando in Parlamento viene depositata la normativa nuova che dovrà regolare le attività dei tatuatori. Si parla di aggiustamenti visto che l’arte di fare tatuaggi e piercing non può ridursi ad una normativa che è attiva dal 1990.

Per un tatuatore è importante conoscere le regole e lavorare all’interno del rispetto di norme igienico sanitarie che sono indispensabili perchè i tatuaggi e i piercing rientrano nella tipologia di trattamenti che hanno a che fare con la salute. Tatuaggi infetti possono portare alla morte, non dimentichiamolo.

Per questi ed altri motivi, la nuova normativa che deve essere a breve discussa alla Camera andrà a regolare l’attività del maestro tatuatore e a fare un po’ di chiarezza anche sul percorso formativo che porta una persona a potersi dire “tatuatore di mestiere”.

Volendoci soffermare sui divieti dovuti all’età occorre sapere che, ad eccezione del piercing alle orecchie, è vietato fare tatuaggi e piercing ai minori di 18 anni per i quali occorre il consenso da parte del genitore o tutore legale, sempre dopo aver però compiuto i 16 anni di età. Sui minori di 16 anni è assolutamente vietato eseguire piercing e tatuaggi, compreso il piercing al lobo per il quale il genitore deve sempre dare il consenso.

Se ti è piaciuto il nostro articolo non dimenticare di mettere un like alla nostra pagina facebook

Potrebbero interessarti anche...