Litigi per il tatuaggio? Riguardano una coppia su due

0
1637
Se “l’amore non è bello se non è litigarello” è un proverbio che spesso non convince molti, in realtà le coppie moderne litigano spesso. La gelosia, l’uso smodato dei social, discussioni familiari e anche litigi per il tatuaggio. Si litiga spesso per un tatuaggio fatto prima che la coppia si formasse e il motivo lo starete già immaginando tutti. Si tratta di tatuaggi che riguardano gli ex e le esperienze passate del partner. Così spesso per risolvere la situazione e andare avanti con la propria relazione, si decide di tagliare la testa al toro e cancellare o far coprire il tatuaggio. L’Istituto Superiore della Sanità conferma che 1 milione e 200 mila persone in Italia 7 milioni di persone tatuate, sceglie di rimuovere il tattoo. I tatuaggi più rimossi sono nome o iniziali o frasi o immagini legate all’amore. Interessante anche lo studio condotto Renaissance Lab che grazie ad una metotologia web ha potuto intervistare 1600 italiani di età compresa tra i 18 e i 60 anni sulla tematica legata ai motivi dei litigi nella coppia. Grazie ad un costante monitoraggio online è stato possibile proprio andare ad evidenziare che uno dei motivi per il quale le coppie litigano e analizzando le discussioni è emerso che nel 57% dei casi le prime discussioni nascono dei primi anni e nel 45% proprio nei primissimi mesi della relazione, ma nel ben 32% dei casi si protraggono per anni anche dopo il matrimonio.