Le fasi di guarigione di un tatuaggio: fase 2 e 3


Dopo aver fatto un tatuaggio la prima cosa che ci chiediamo è : quanto ci metterà la mia pelle a guarire? Indubbiamente, ogni persona ha una percezione diversa del dolore e soprattutto momenti diversi di guarigione in base al proprio tipo di pelle.

Dopo una prima fase, che è quella subito dopo aver fatto il tatuaggio, durante la quale si avverte una sensazione di bruciore della zona tatuata, esiste una seconda fase. La zona trattata si avvia pian piano verso la guarigione. Comunque non bisogna dimenticare che quando si fa un tatuaggio la macchina che viene utilizzata crea una ferita alla zona tatuata. 

Durante la seconda fase la pelle in fase di rigenerazione cellulare e quindi di guarigione forma delle crosticine. Cosa succede quando ci scottiamo e poi si forma la crosta sulla ferita? Inizia il prurito ovviamente! E anche in questa fase è lo stesso e come avviene per gli altri tipi di crosticine che non vanno toccate, non bisogna togliere nemmeno queste ma tamponare con un panno.

La terza fase si presenta una volta che vanno via tutte le croste. Non ci sono fastidi particolari, ma i colori del tatuaggio potrebbero sembrare non proprio vivi. Basta continuare ad utilizzare le lozioni idratanti per permettere l’eliminazione delle cellule morte depositate sulla ferita.

Se ti è piaciuto il nostro articolo non dimenticare di mettere un like alla nostra pagina facebook

Potrebbero interessarti anche...