Dermoabrasione per rimuovere un tattoo: pro, contro e prezzi

0
2222
La dermoabrasione è un trattamento di chirurgia estetica che non nasce solo per rimuovere tattoo ma anche delle imperfezioni delle pelle.Si utilizza infatti anche per eliminare smagliature, cicatrici, macchie superficiali della pelle, verruche, capillari in evidenza e tanto altro. Consiste nella rimozione dello strato superficiale delle pelle attraverso una raschiatura di tipo chirurgico. Si utilizza infatti uno strumento apposito dotato di una fresa rotante che si adopera effettuando una pressione sulla pelle. Per le piccole aree da trattare il trattamento avviene in anestesia locale, per zone più estese lo specializza potrebbe richiedere un’anestesia di tipo totale. Uno dei vantaggi dell’utilizzo di questo strumento è che si può trattare anche un’area molto ampia. Con la dermoabrasione, infatti, si possono eliminare tatuaggi anche molto grandi. La pelle viene levigata con questo strumento e l’inchiostro in pratica fuoriesce. Non è certo un intervento da sottovalutare perchè poi la ferita va curata fino anche a 10 giorni dopo le sedute. La cura della ferita avviene con pomate specifiche antibatteriche e seguendo tutte le norme igieniche che verranno dettate dallo specialista. Questo trattamento lascia delle cicatrici sulla pelle che possono essere più o meno estese a seconda del tipo di tatuaggio, della zona da trattare, del tipo di pelle e così via.  La dermoabrasione è un trattamento chirurgico e va concordato lo specialista. A seconda della grandezza del tatuaggio sarà il chirurgo a fornirvi l’indicazione circa il numero delle sedute che occorrono ed, in generale, costano dalle 200 alle 300 euro cadauna.