Bataclan : un tatuaggio per superare la paura

0
1907
A due anni dal tragico evento che ha visto coinvolte centinaia di persone nell’attentato al locale francese Bataclan, molti sopravvissuti che erano lì per una serata spensierata ed invece si sono ritrovati a vivere l’esperienza più traumatica della loro vita hanno deciso di riportare la propria esperienza in un tatuaggio.  Molti hanno usato il tattoo per coprire anche le cicatrici, altri invece per cercare di cicatrizzare una ferita più profonda, quella dell’animo che ti segna per sempre dopo essere stato testimone di tanto orrore. Una storia, per esempio, è quella di Ludmila Profit che si trovava al Bataclan con i suoi amici. Racconta il significato del suo tatuaggio formato da un quadrifoglio che ha al suo interno un numero ( il 13) e  sotto al quadrifoglio c’è una scritta: “fuck”. Il suo tatuaggio è simbolo di speranza, ringraziamento alla sorte che l’ha fatta uscire indenne da quel locale quel venerdì 13 quando era insieme ad altri amici sotto al palco (13 persone in tutto). Un porta fortuna in cui ha voluto inserire il numero 13 ed un chiaro “fuck” ai terroristi. Come Ludmila altri giovani hanno usato il tattoo per manifestare il loro modo di reagire a questa tragedia che li ha visti uscire miracolati. Molti messaggi di speranza, di forza, coraggio e lotta. Nessuno di rabbia, perchè quella la lasciamo a coloro che non conoscono il valore di una vita umana.