A 19 anni si toglie un tatuaggio perché non riesce a trovare lavoro. La storia di Mark Cropp


La storia di Mark Cropp sta facendo il giro del globo perché il giovane 19 enne, che ha un tatuaggio che gli copre quasi tutto il viso, non riesce a trovare lavoro neanche tra quelli più umili e allora ha deciso ti farselo togliere con il laser perché ha già una famiglia.

Il ragazzo non è certo un santo. Uscito di carcere dopo essere stato condannato  a due anni per rapina aggravata, il 19 enne neozelandese si è messo subito a cercare lavoro, ma superato anche il pregiudizio di una condanna ormai scontata, sembra che a precludergli ogni possibilità di sperare in un incarico sia proprio il suo tatuaggio.

Si tratta di una scritta che va da un orecchio all’altro e gli copre tutta la parte inferiore del viso. Un tatuaggio che riporta la scritta “DEVAST8” che sta per  “deastate” e quindi traducendo sarebbe “devastare”. Lui dice che si tratta del suo soprannome, che se lo è fatto in cella e che non era lucido. Ha deciso di rimuoverlo, evidentemente  la società non è pronta a staccarsi da ulteriori pregiudizi.  Si tratta davvero di un “big tattoo” e occorreranno parecchie sedute per la rimozione, ma il giovane è intenzionato a farlo subito perché necessita un qualsiasi tipo di lavoro.

Se ti è piaciuto il nostro articolo non dimenticare di mettere un like alla nostra pagina facebook

Potrebbero interessarti anche...